USMI

E' morto padre Bruno Secondin

E' morto padre Bruno Secondin

E' morto padre Bruno Secondin: una vita dedicata alla Lectio divina
Teologo carmelitano, padre Secondin aveva predicato gli esercizi spirituali per il Papa e la Curia nel 2015. Per tre anni ha curato il commento al Vangelo della domenica per la Radio Vaticana
Sergio Centofanti - Città del Vaticano

E’ morto oggi, poco dopo la mezzanotte, dopo una lunga malattia, il padre carmelitano Bruno Secondin. Aveva 78 anni. Ordinato sacerdote a 25 anni, ha dedicato la sua vita a trasmettere la Parola di Dio attraverso gli incontri di Lectio divina: semplice e nello stesso tempo profondo, riusciva ad arrivare a tutti, lasciando sempre nel cuore una spinta a cambiare nell'amore di Dio e degli altri. E’ stato docente di spiritualità moderna e fondamenti di vita spirituale alla Gregoriana e viveva nella Chiesa di Santa Maria in Traspontina di Via della Conciliazione a Roma, a due passi da San Pietro. Ha scritto una trentina di libri su vari temi di spiritualità.

Gli esercizi spirituali ad Ariccia
Nel 2014, Papa Francesco lo aveva nominato consultore della Congregazione per gli Istituti di Vita Consacrata e nel 2015 lo aveva chiamato a guidare ad Ariccia gli esercizi spirituali per la Curia nel tempo di Quaresima. Padre Secondin aveva scelto il tema "Servitori e profeti del Dio vivente", una lettura pastorale del profeta Elia. Questi i titoli di alcune meditazioni: «Uscire dal proprio “villaggio”», «Cammini di autenticità» (le radici della fede e il coraggio di dire no all’ambiguità), «Sentieri di libertà» (dagli idoli vani alla pietà vera), «Lasciarsi sorprendere da Dio» (l’incontro con un Dio che è altrove e il riconoscimento del povero che ci evangelizza), «Giustizia e intercessione» (testimoni di giustizia e solidarietà), «Raccogliere il manto di Elia» (per divenire profeti di fraternità).

Al termine degli esercizi, il 27 febbraio 2015, il Papa lo aveva ringraziato con queste parole:

“A nome di tutti, anche mio, voglio ringraziare il Padre, il suo lavoro fra noi per i nostri Esercizi. Non è facile dare Esercizi ai sacerdoti! Siamo un po’ complicati tutti, ma Lei è riuscito a seminare. Che il Signore faccia crescere questi semi che Lei ci ha dato. E mi auguro anche, e auguro a tutti, che possiamo uscire di qua con un pezzetto del mantello di Elia, in mano e nel cuore. Grazie, Padre!”.

CONTINUA A LEGGERE

UFFICIO PER LA VITA CONSACRATA
Telefono 0669886217
Fax 0669886546
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Copyright 2019 - Tutti i diritti riservati -
Progetto di comunicazione integrata Nova Opera