La mistica dell'incontro

La mistica dell'incontro

Molti membri di Istituti secolari hanno partecipato alla Celebrazione del Santo Padre nel giorno della XXIII Giornata Mondiale della vita Consacrata. Riportiamo l'articolo pubblicato sull'Osservatore Romano:

MISTICA DELL’INCONTRO

Restiamo umani! Un appello che in questi ultimi tempi in particolare si fa grido e preghiera perché le tante persone che si trovano in pericolo di vita, in tutte le parti del mondo, trovino accoglienza e non prevalga l’insensibilità disumanizzante.
Questo forte richiamo, che possiamo declinare in ogni età e situazione della nostra esistenza, mi ha riportato alla mente il mandato di Papa Francesco ai membri degli Istituti Secolari: non seguire la tentazione di isolarsi nei propri ambiti comodi e sicuri, ma “agire” e “stare dentro” il mondo come “presenza trasformante in senso evangelico”.
Non può esserci separazione tra umano e spirituale: questa la convinzione e la realtà da tenere presente nelle nostre giornate spesso troppo “piene” di cose da fare, nelle quali rischiamo di passare accanto all’altro superficialmente, evitando di incontrarlo nella sua vita concreta, di riconoscere il suo bisogno, di accogliere il dono che è per noi.
In questa luce l’esperienza di accompagnamento con la quale viviamo all’interno della comunità la nostra promessa di obbedienza ci aiuta a sperimentare alcuni passaggi per coltivare relazioni profonde, liberanti, vere. Per custodire e amare la vita in ogni sua forma. Per coltivare amicizia, bellezza, gioia, creatività e ogni dono di Dio.
Il passaggio dall’utilità alla gratuita, anche scegliendo la solitudine che permette di ospitare e lasciarsi ospitare; il passaggio dalla violenza alla tenerezza, alla cura, senza la pretesa di avere consigli da dare, incoraggiandoci a dare dignità alla propria vita; il passaggio dall’esclusione all’armonia, riconoscendo che la vita per esprimersi ha bisogno di tutti, anche delle persone le cui esistenze appaiono un non-senso o un contro-senso. il coraggio di osare l’incontro con chi ha altre visione di vita, di confrontarsi su temi anche spinosi e faticosi della vita complessa e ambigua, il coraggio di stare in piedi senza timore di sbagliare e dover ricominciare… E’ la mistica dell’incontro: da invocare nella preghiera, alimentando la vita interiore, nutrita dalla parola di Dio.

Paola IS Missionarie della regalità di Cristo.
Pubblicato su “Osservatore Romano”

 

UFFICIO PER LA VITA CONSACRATA
Telefono 0669886217
Fax 0669886546
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Copyright 2019 - Tutti i diritti riservati -
Progetto di comunicazione integrata Nova Opera